Loading Likes...

La seconda delle mie casette pubblicata da <<Cose di casa>> di settembre 2017, mi aveva colpito quando l’avevo vista per la prima volta per il bellissimo terrazzo  e la luce. Era solo un monolocale con una piccolissima cucina separata. Lo spazio, nonostante si trattasse di un monolocale era frammentato in nicchiette e sgabuzzini che ne falsavano le dimensioni reali. La scommessa era farlo diventare un bilocale a tutti gli effetti, sfruttando la possibilità offerta dalle porte finestre tutte sul terrazzo e utilizzando al massimo i mq. disponibili.

Come vedete l’appartamento aveva un ingresso con un ripostiglio, un unico ambiente con due uscite sul terrazzo, l’antibagno con un altro ripostigio e il bagno con finestra. In rosso sono segnate le pareti demolite.

In blu sono segnate le ricostruzioni: il ripostiglio dell’ingresso è diventato lo spazio per la doccia in nicchia nel bagno, spostato nell’ex cucinino, mentre il vecchio bagno e parte del soggiorno sono diventati la camera. A vedere la planimetria così sembrerebbe che si siano eliminate solo qialità politive: il bagno con la finestra e  lo spazio abbastanza ampio in soggiorno.

In realtà, invece, il risultato è stato che lo spazio è sembrato che raddoppiasse.

 

Le foto, e il servizio di <<Cose di casa>> lo mostrano bene

 

 

 

 

Ecco il soggiorno visto dal terrazzo.  Il disimpegno dell’ingresso è stato mantenuto e a destra è stato creato un armadio a muro a sinistra un piccolo sgabuzzino. L’angolo cottura è schermato da una spalletta ed è concepito come un monoblocco  in color tortora con tutte le funzionalità ( lavastoviglie inclusa) su una parete di 167 cm.

 

La parete più lunga è stata rivestita con un parato Inkiostro Bianco dimensionato a misura con il disegno d’impatto ma non invadente di un soffione che si apre dietro il tavolo di cristallo col piede e le sedie ( della serie Connubia di calligaris) in tinta.

Qui si vedono il disimpegno che porta al bagno da un lato e alla camera dall’altro. Dietro le ante a specchio si trova la lavanderia.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

La camera, anch’essa aperta sul terrazzo, ha conservato anche la finestra dell’ex bagno e, con un gioco di incastri si è riusciti anche ad inserirvi un guardaroba angolare

E per finire la terrazza con i vasconi in cemento per le piante che delimitano l’affaccio sulla strada e la pavimentazione autoportante in legno di acacia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scrivete pure se vi è piaciuta o no, i consigli sono bene accetti.